Tratto dal numero di maggio / giugno 2017 della Newsletter Women’s Health Activist.

L’EpiPen è un dispositivo di iniezione automatica (un” autoiniettore”) per la somministrazione di epinefrina, che può essere salvavita per qualcuno che sta andando in shock anafilattico a seguito di una grave reazione allergica. Gli EpiPen sono disponibili dal 1980, ma dopo che Mylan Pharmaceuticals ha acquisito l’EpiPen da Merck, nel 2007, ha aumentato il prezzo di due EpiPen da $113.27 a $730.33.1; Un dispositivo concorrente, Adrenaclick, è stato recentemente interrotto, ma una versione generica rimane disponibile. È ancora costoso, però, a $494.01 per due dispositivi. Un’altra versione, Auvi-Q, è stata ritirata dal mercato ma sarà reintrodotta entro la fine dell’anno. E, la Food and Drug Administration (FDA) sta attualmente considerando una nuova versione commerciale di una siringa preriempita di epinefrina.

EpiPens e altri autoiniettori sono popolari perché, mentre le persone possono essere addestrate a disegnare l’epinefrina in una siringa, è difficile farlo con precisione durante un’emergenza. Ma gli autoiniettori e la versione commerciale di una siringa preriempita non sono assolutamente necessari. Qualsiasi fornitore di assistenza sanitaria dovrebbe essere in grado di precompilare una siringa con epinefrina e darla a un paziente per un uso futuro. Un altro vantaggio di una siringa preriempita è che la dose può essere abbassata per un bambino o aumentata per qualcuno con obesità. Le siringhe preriempite durano tre mesi in condizioni normali, anche in un ambiente tropicale (le persone che vivono in climi con calore elevato e bassa umidità, come il deserto, dovrebbero sostituire la siringa preriempita ogni due mesi).1

Cerchiamo di essere chiari; ognuno di questi dispositivi ha circa due dollari di epinefrina in loro. E, tutti questi iniettori commerciali attualmente disponibili dell’epinefrina altamente sono troppo cari.

Sono anche abusati. L’epinefrina è un farmaco vecchio ed efficace che è di vitale importanza per le persone con allergie potenzialmente letali, perché acquista tempo prima che siano necessarie ulteriori cure mediche. La maggior parte delle persone che trasportano EpiPens hanno allergie alimentari, tuttavia, che di solito non sono pericolose per la vita.2,3; Alcune persone hanno reazioni pericolose per la vita a noci, frutti di mare o altri alimenti; la maggior parte delle volte, però, le allergie alimentari causano eruzioni cutanee, prurito alla bocca o nausea. Questi sintomi sono meglio trattati con difenidramina da banco (Benadryl), non con epinefrina. Un recente studio britannico ha rilevato che la metà delle prescrizioni di autoiniettore di epinefrina è stata somministrata in modo inappropriato ai bambini senza una precedente diagnosi di allergia o anafilassi.4

I gruppi di difesa dei pazienti finanziati dall’industria possono contribuire all’eccessiva prescrizione di epinefrina esagerando i rischi di allergia alimentare. Ad esempio, Food Allergy Research and Education (FARE) definisce l’allergia alimentare una “malattia potenzialmente mortale” che “colpisce 1 su 13 bambini-circa due in ogni classe.”5 Questo fa sembrare che due bambini per classe siano a rischio di morire di allergie alimentari, ma il cibo è la causa meno comune di morte per allergia. Antibiotici, farmaci antitumorali e farmaci usati per migliorare il contrasto per le scansioni TC sono la causa più comune di reazioni allergiche fatali.6 Tra le persone allergiche al cibo, il rischio di morire di anafilassi alimentare fatale — 2 morti per 1 milione di persone allergiche all’anno,7,8 è circa 20 volte inferiore al rischio di morire per un incidente.9

Il piano d’azione del trattamento sul sito web di FARE esagera l’importanza di sintomi allergici lievi, consigliando un’iniezione di epinefrina per una combinazione di naso che cola e prurito, o per “sentire qualcosa di brutto sta per accadere, ansia, confusione.”10 Per le persone altamente allergiche, il piano di trattamento di FARE include in realtà un’opzione per somministrare epinefrina a qualcuno che non ha sintomi e che non è sicuro di aver effettivamente mangiato qualcosa a cui sono allergici.10,11; L’uso di antistaminici per trattare una reazione allergica, è presentato in modo poco entusiasta ed è raccomandato solo ” se ordinato da un operatore sanitario.”12

L’Asthma and Allergy Network (AAN) mette in guardia anche contro l’uso di antistaminici, raccomandando invece l’uso di un autoiniettore di epinefrina” come primo trattamento per qualsiasi segno di una reazione allergica. Una dose di epinefrina per una reazione relativamente lieve non danneggia in alcun modo un paziente.”13 Non è vero. L’epinefrina aumenta la pressione sanguigna e può innescare aritmie cardiache, ictus e attacchi di cuore. E ‘stata riportata anche iniezione accidentale nell’ osso.

Probabilmente non è un caso che sia FARE che AAN abbiano ricevuto un notevole sostegno finanziario dal produttore di EpiPen. Dal 2011, Mylan ha fornito più di million 10 milioni per finanziare vari “sforzi educativi”, comprese le donazioni a questi due gruppi.

A gennaio, l’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NAIAD) ha pubblicato linee guida che incoraggiano i genitori a incorporare prodotti di arachidi nelle diete dei loro figli a circa 6 mesi di età. Uno studio finanziato dal governo ha rilevato che i bambini ad alto rischio di allergie (perché avevano già allergie alle uova o eczema grave) che consumavano 6 grammi di proteine di arachidi a settimana, a partire da 4-11 mesi di età, avevano una riduzione dell ‘ 81% dell’allergia alle arachidi, rispetto ai bambini ad alto rischio che evitavano tutti i prodotti14

Anche coloro che sono già allergici possono beneficiare dell’immunoterapia orale (OIT); questo è un processo in cui piccole dosi gradualmente aumentate di arachidi o di un altro alimento allergenico vengono somministrate a una persona allergica in un ambiente monitorato dal punto di vista medico. La tecnica OIT è simile al processo mediante il quale i colpi di allergia vengono utilizzati per desensibilizzare i pazienti con altre allergie, come il veleno d’api. Sebbene gli studi abbiano dimostrato che questa tecnica può desensibilizzare le persone nella misura in cui la loro allergia smette di essere pericolosa per la vita, pochi pazienti-o medici—lo sanno.

In altre parole, OIT è un trattamento efficace per le allergie e non uno che fa soldi in azienda. Allora, perché non sono gruppi di allergia alimentare che reclamizzano? Beh, segui i soldi. TARIFFA e AAN accettano denaro da aziende farmaceutiche. OIT non è menzionato da AAN a tutti ed è appena menzionato (con cautela) a TARIFFA.

Al contrario, OIT 101, un’organizzazione fondata da Liseetsa Mann, un’attivista madre di due bambini altamente allergici, non lo fa. Il sito Web dell’organizzazione fornisce informazioni su più studi di ricerca, un elenco di medici che fanno OIT e molto altro (visita http://www.oit101.org).

Naturalmente, una versione farmaceutica commerciale di arachidi (farina di arachidi in una capsula o patch) è in fase di sviluppo, anche se non vi è alcuna prova che ci sia alcun vantaggio rispetto, beh, arachidi.15

Gruppi di difesa dei consumatori che forniscono disinformazione sui farmaci e che dicono ai loro elettori solo sulle terapie commerciali fanno un cattivo servizio ai consumatori. Non sei contento di essere un membro del NWHN, che non prende soldi da pharma e quindi ha una voce veramente indipendente?

La disponibilità continua di risorse esterne è al di fuori del controllo del NWHN. Se il link che stai cercando è rotto, contattaci all’indirizzo [email protected] per richiedere informazioni più aggiornate sulle citazioni.

1.Pepper AN, Westermann-Clark E, Lockey RF, “L’alto costo degli autoiniettori di epinefrina e possibili alternative”, J Allergy Clin Immunol Pract 2017; in stampa.

10. http://www.foodallergy.org/file/emergency-care-plan.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.