Molto probabilmente il roster Nashville Predators sta andando a guardare molto diverso in questo momento il prossimo anno. Questi nuovi volti devono essere pronti a ottenere il loro numero chiamato.

Devi sempre avere gli occhi su ciò che il futuro riserva per la tua franchigia NHL, sia nel prossimo futuro che in diverse stagioni lungo la strada.

Quando si tratta di Nashville Predators, hanno certamente diverse prospettive intriganti e di talento che vale la pena avere la vostra attenzione indivisa per fare un impatto NHL presto.

Andando in 2019-20, SportingNews ha fatto una classifica completa approfondita del pool di prospect di ogni squadra, e la lista detiene ancora qualche merito nonostante quasi un’intera stagione sia stata giocata da allora.

Questa lista aveva i predatori di Nashville classificati fino al n. 25. Al momento in cui è stato compilato, non sarei stato d’accordo, ma dopo aver visto le cose svolgersi da allora, potrei avere i predatori più vicini a quel punto di quanto mi piacerebbe ammettere.

Detto questo, ci sono alcune prospettive in erba che si stanno avvicinando molto al cracking del roster dei predatori e alla registrazione di minuti significativi sul ghiaccio nel prossimo futuro. Come non appena questa prossima stagione, che si spera inizia in autunno.

Philip Tomasino

Devi iniziare con Tomasino, che sta assolutamente salendo verso la cima della piscina prospect dei predatori e dovrebbe essere sui radar di tutti.

Tomasino ha recentemente dichiarato a Brooks Bratten del sito ufficiale dei Predators che il suo obiettivo è quello di sfidare per un posto nel campo di addestramento in questa stagione, che solleverà molte sopracciglia quando arriverà quel momento.

La scorsa stagione in OHL, Tomasino è stato uno dei migliori del campionato. Ha assunto i giochi regolarmente e finito con un incredibile 100 punti in soli 62 giochi.

Non mi interessa in quale campionato stai giocando, quelli sono numeri di videogiochi. Il salto alla NHL è sempre impegnativo, ma Tomasino sembra essere molto pronto a fare un po ‘ di rumore nel campo di allenamento e possibilmente fare un’apparizione in 2020-21.

Guardando oltre le situazioni di agenzia libera per i predatori, ci saranno alcuni vuoti da riempire che Tomasino può realisticamente spingere per.

Alexandre Carrier

Carrier è stato nel sistema dei Predatori per un po’ di tempo. E ‘ stato redatto 115 ° assoluto nel 2015, ma è apparso solo in cinque partite NHL finora.

Questo è molto probabilmente in procinto di cambiare quando si guarda il paesaggio difensivo per i predatori. Sono un casino caldo in questo dipartimento, per usare un eufemismo.

A parte Roman Josi, Ryan Ellis e Mattias Ekholm, c’è solo tanta incertezza con questo gruppo in questo momento. E ha mostrato la scorsa stagione in modo brutto.

Carrier fu ricompensato per il suo costante gioco con i Milwaukee Admirals della AHL ottenendo un nuovo contratto con i Predators. Questo accordo è un contratto a due vie che illustra che i predatori hanno alta fiducia nel Vettore per il futuro.

Forse Carrier non è la risposta a lungo termine ai problemi dei predatori sulla difesa, ma può sicuramente essere un aggiornamento da quello che abbiamo visto da Yannick Weber, Matt Irwin e un vecchio Dan Hamhuis.

Sono disposto a scommettere Carrier sarà sul terzo accoppiamento difensivo per i Predators al debutto la prossima stagione. Non è mai stato in grado di fare il salto dalla AHL alla NHL, ma forse ha finalmente ottenuto lo sviluppo di cui ha bisogno per essere un terzo difensore di accoppiamento di qualità.

Connor Ingram

Il cambio della guardia si prepara a verificarsi a Nashville tra i tubi. In effetti, è già così.

Per quanto grande sia Pekka Rinne, tutte le cose buone alla fine finiscono. Ora i predatori devono iniziare a pensare al futuro backup di Juuse Saros.

Sembra che con sicurezza abbiano il loro backup in attesa dietro le quinte con Connor Ingram. Ha avuto stagioni stellari back-to-back nella AHL, ed è venuto al sistema dei Predatori tramite il commercio dal Tampa Bay Lightning prima di questa stagione in corso.

Non c’è modo di sapere con certezza come Ingram gestirà l’enorme salto di talento e difficoltà dalla AHL alla NHL, ma ha fatto quello che ha dovuto fare per avere questa possibilità abbastanza presto.

L’unica domanda è per quanto tempo Rinne può rimanere efficace come backup di Saros. Rinne ha ancora un anno per il suo attuale contratto, quindi preferibilmente ti piacerebbe vederlo avere almeno un’altra stagione di produzione solida prima di consegnarlo a Ingram per prendere il suo ruolo di riserva in 2021-22.

Ci saranno brontolii che germoglieranno velocemente la prossima stagione se Rinne lotta nel suo ruolo di riserva. Sarà difficile guardare se si verifica una retrocessione, ma siamo tutti preparati per questo.

Altri per citare

Eeli Tolvanen – Era tutto il radar di tutti in un primo momento, ma è svanito da allora. Non significa rinunciare a lui in alcun modo. Lo sviluppo è stato più lento di quanto forse vorremmo vedere, ma ha iniziato a mostrare miglioramenti a Milwaukee verso la fine prima dell’arresto.

David Farrance-Una tonnellata di potenziale e un soffitto alto rimangono per il 20-year-old Farrance. E con la difesa Nashville così up-in-the-air, si deve tenerlo sul radar per ottenere eventualmente una chiamata dopo il suo tempo con la Boston University. Ha un’altra prossima stagione al college prima che possiamo iniziare a pensare a lui per i Predators.

Rem Pitlick – Un altro skater altamente qualificato e centro di profondità che può portare un po ‘di punch offensivo ai Predators’ bottom-six la prossima stagione se il bug infortunio li indovina. Tuttavia, Pitlick non ha esattamente strappato per Milwaukee la scorsa stagione. Detto questo, è nella breve lista di ragazzi da chiamare in una situazione difficile, e chissà; potrebbe massimizzare questa opportunità quando si tratta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.