L’imperatore Palpatine ha dato il comando di eseguire l’Ordine 66, destinato a spazzare via tutti i Jedi in Star Wars, ma il precedente – Ordine 65 – era di uccidere potenzialmente Palpatine stesso se necessario. Raffigurato sullo schermo in Star Wars: Episodio III-La vendetta dei Sith, l’Ordine 66 è il culmine del masterplan di Palpatine per prendere il controllo della galassia, mentre trasforma i clone troopers contro i Jedi con l’uso di un po ‘ segreto di programmazione integrato nel loro codice. Quasi l’intero Ordine Jedi fu ucciso e la maggior parte dei sopravvissuti fuggì in esilio.

L’Ordine 66 sopravvive nell’infamia come risultato finale degli intrighi di Palpatine, ma parte del motivo per cui è stato in grado di tenerlo segreto è che è stato nascosto tra 149 altri ordini di emergenza, tutti progettati per essere eseguiti dall’esercito della Repubblica quando comandato dal Cancelliere Supremo o dal Consiglio di sicurezza. Gli ordini 150 rimangono vagamente parte del canone di Star Wars, essendo stati menzionati nel sourcebook Rise of the Separatists che ha accompagnato l’RPG di Star Wars di Fantasy Flight Games, anche se la maggior parte delle specifiche precedentemente elaborate erano esclusivamente in Legends, lasciando la canonicità non chiara al meglio. La maggior parte degli ordini noti erano abbastanza semplici, come l’Ordine 4, che affermava che il comando dell’esercito sarebbe passato al vicepresidente se il Cancelliere fosse stato inabile, ma il comando poco prima dell’Ordine 66 era il più interessante.

Continua a scorrere per continuare a leggere Fai clic sul pulsante qui sotto per iniziare questo articolo in vista rapida.

Mentre l’Ordine 66 era stato progettato per trasformare l’esercito dei cloni sui Jedi, l’Ordine 65 avrebbe trasformato i soldati sul Cancelliere – cioè Palpatine – stesso. Che Palpatine fosse ben consapevole di questa contingenza forse fa parte del suo genio; non solo avendo un comando che potrebbe rimuoverlo dal potere e forse anche ucciderlo se necessario, ma anche posizionandolo proprio accanto all’ordine di eliminare i Jedi, allora aiuta a evitare un maggiore controllo su di lui o quali piani potrebbe avere. Il testo completo del comando è stato rivelato nel romanzo del 2007 Republic Command: True Colors, di Karen Traviss:

In caso di (i) una maggioranza al Senato di dichiarare il Comandante Supremo (Cancelliere) di essere inadatti per l’emissione di ordini di, o (ii) il Consiglio di Sicurezza dichiarando che lui non idonei per l’emissione di ordini, e autenticato fine di essere ricevuti da il GAR, comandanti, sarà autorizzato a trattenere il Comandante Supremo, con la forza letale, se necessario, e il comando del GAR cadranno, per la recitazione Cancelliere fino a un successore, nominato o in alternativa autorità individuata, come indicato nella Sezione 6 (iv)

naturalmente, l’Ordine di 65 non è mai stato implementato durante il regno di Palpatine come cancelliere, che è ovviamente di progettazione. Sebbene lavorasse nell’ombra come Darth Sidious, Palpatine aveva anche il comando sull’esercito e sul Senato Galattico, il che significa che ci sarebbe voluto qualcosa di straordinario per una maggioranza per sollevarsi, e forse anche impossibile data l’estensione della sua influenza. Palpatine presumibilmente lo sapeva, e quindi poteva comodamente avere l’Ordine 65 seduto accanto all’Ordine 66 nell’elenco dei comandi.

L’unico scenario in cui l’Ordine 65 potrebbe essere entrato in gioco nei film di Star Wars – o almeno è stato possibile – è se Mace Windu avesse catturato con successo Palpatine quando lo ha affrontato, prima di prendere la decisione di ucciderlo invece (che ovviamente si è ritorto contro di lui). Windu sapeva, però, che Palpatine sarebbe probabilmente andato via libero a causa del suo controllo, e quindi anche allora sarebbe stata una vera sorpresa per l’implementazione dell’Ordine 65, a meno che Windu e gli altri Jedi non potessero in qualche modo rompere l’influenza di Palpatine. Certo, non è mai successo, ed è stato l’Ordine 66 piuttosto che 65 che è diventato una parte così enorme e devastante del canone di Star Wars.

Visita ScreenRant.com
Argomenti correlati

  • SR Originals
  • star wars

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.