La storia orale è una tecnica per generare e preservare informazioni originali e storicamente interessanti – materiale di origine primaria – da ricordi personali attraverso interviste registrate pianificate. Di seguito sono riportati i suggerimenti per chi cerca di iniziare a registrare storie orali sulla base delle migliori pratiche utilizzate nel programma Smithsonian Storia orale presso gli archivi Smithsonian Institution.

Clicca qui per una stampa del nostro Come fare Guida storia orale.

Che cos’è la storia orale?

Sei R di Storia Orale, Intervistando

Preparazione per le Interviste di Storia Orale

Come fare Domande in Storia Orale Interviste

Suggerimenti per la Registrazione di Interviste di Storia Orale

Suggerito Argomenti/Domande per le Interviste di Storia Orale

Dopo di Storia Orale, Intervista

Letture e Risorse Online

che Cosa è la Storia Orale?

La storia orale è una tecnica per generare e preservare informazioni originali e storicamente interessanti – materiale di origine primaria – da ricordi personali attraverso interviste registrate pianificate. Questo metodo di intervista viene utilizzato per preservare le voci, i ricordi e le prospettive delle persone nella storia. È uno strumento che tutti possiamo usare per interagire e imparare dai familiari, dagli amici e dalle persone con cui condividiamo lo spazio in un’intervista che cattura la loro storia e prospettiva uniche con le loro stesse parole. La storia orale deriva dalla tradizione di trasmettere informazioni importanti alla famiglia o alla tribù da una generazione all’altra. Negli Stati Uniti, l’Oral History Association collega gli storici orali e fornisce una vasta gamma di informazioni sulla storia orale.

Tecnica: La metodologia della storia orale può essere adattata a diversi tipi di progetti, dalla storia familiare ai progetti di ricerca accademica in molte discipline diverse. Le interviste di solito dovrebbero essere condotte in una situazione one-to-one, anche se le interviste di gruppo possono anche essere efficaci.

Condivisione: In collaborazione con un intervistatore ben preparato ed empatico, il narratore può essere in grado di condividere informazioni che non si rendono conto di ricordare e di fare associazioni e trarre conclusioni sulla loro esperienza che non sarebbero in grado di produrre senza l’intervistatore.

Conservazione: La registrazione conserva l’intervista, in audio o video e successivamente in trascrizione per l’uso da parte di altri rimossi nel tempo e/o a distanza dall’intervistato. La storia orale conserva anche l’INTERA intervista, nella sua forma originale, piuttosto che l’interpretazione dell’intervistatore di ciò che è stato detto.

Informazioni storicamente importanti originali: L’intervistatore ben preparato saprà quali informazioni sono già presenti nei documenti e utilizzerà l’intervista di storia orale per cercare nuove informazioni, chiarimenti o nuove interpretazioni di un evento storico.

Ricordi personali: L’intervistatore dovrebbe chiedere al narratore informazioni in prima persona. Questi sono ricordi che il narratore può fornire su una base affidabile, ad esempio, eventi a cui hanno partecipato o assistito o decisioni a cui hanno preso parte. Le interviste di storia orale possono trasmettere la personalità, spiegare la motivazione e rivelare i pensieri e le percezioni interiori.

Marta Ross, Sei R di Storia Orale, Intervistando

storia orale intervistatore dovrebbe sforzarsi di creare una situazione in cui l’intervistato è in grado di riflettere ampiamente, per richiamare completamente, e di associarsi liberamente sull’argomento dell’intervista, e per mantenere un’atmosfera in cui essi sono disposti ad articolare completamente i ricordi.

Le seguenti sei considerazioni sono fondamentali per una buona pratica della storia orale.

1. RICERCA: Una preparazione approfondita consente all’intervistatore di sapere quali domande porre ed è essenziale per stabilire un rapporto con l’intervistato. La ricerca paga durante l’intervista, quando la conoscenza dell’intervistatore di nomi, date e luoghi può fare jogging la memoria dell’intervistato.

2. RAPPORTO: si stabilisce un buon rapporto con l’intervistato avvicinandolo correttamente, informandolo dello scopo del progetto e consigliandolo del suo ruolo e dei suoi diritti. Si consiglia una chiamata o una visita pre-intervista per conoscere e discutere le procedure.

3. LIMITAZIONE: L’intervistatore con esperienza mantiene il rapporto con buone tecniche di intervista: essere efficiente ma non invadente, attrezzature, partendo dall’inizio, e procedendo in ordine cronologico, di chiedere domande aperte, di ascoltare attentamente, senza interrompere, anche a seguito dettagli inattesi o viali di informazioni, sfidando discutibile informazioni in modo non minaccioso, e in generale il mantenimento di un clima in cui l’intervistato si sente in grado di rispondere pienamente e in modo veritiero.

4. RITIRO: Chiudi ogni sessione di intervista ponendo una domanda “deflazionistica”, come una valutazione delle esperienze appena discusse. Tutte le sessioni dovrebbero essere pianificate e programmate in modo che si concludano prima che l’intervistato si affatichi.

5. RECENSIONE: Gli intervistatori dovrebbero ascoltare le loro interviste subito dopo per analizzare le loro tecniche di intervista e per raccogliere dettagli da seguire nelle sessioni successive.

6. RISPETTO: Il rispetto è alla base di ogni aspetto della storia orale-rispetto per l’intervistato come individuo, la sua esperienza, per il modo in cui ricordano quell’esperienza e per il modo in cui sono in grado e disposti a articolare quei ricordi. Mantenere il rispetto verso il singolo intervistato e verso la pratica della storia orale intervistando è essenziale per il successo come intervistatore.

NOTA: Martha Ross è la “madre” della storia orale nella regione del mid-Atlantic e ha insegnato presso l’Università del Maryland negli anni 1970 e 1980.

Preparazione per interviste di storia orale

1. Selezionare un intervistato.

2. Chiedi all’intervistato se sono interessati.

3. Se intervistato è interessato, impostare un tempo e luogo per l’intervista. Richiedere anche tutte le informazioni di base che l’intervistato potrebbe voler fornire. Controlla il posto migliore-un posto tranquillo dove non sarai disturbato. Richiedere almeno due ore per la sessione di intervista.

4. Scrivi un’email di follow-up che conferma i piani per l’intervista che discute gli obiettivi, i diritti legali e come verranno gestite le interviste. Fornire un elenco molto generale di aree tematiche e chiedere loro di pensare a temi che vorrebbero coprire.

5. Conduci una ricerca biografica di base sul tuo intervistato. Condurre ricerche su Internet. Leggi pubblicazioni e profili. Chiedi agli altri argomenti che dovresti coprire, storie che dovrebbero raccontare.

6. Sviluppare una cronologia degli eventi importanti della loro vita. Sviluppa elenchi di nomi personali e termini importanti nella loro vita, come nomi geografici in cui hanno viaggiato, nomi di importanti membri della famiglia o della comunità. Compila una cartella di fotografie dell’intervistato e del loro mondo. Questi si riveleranno inestimabili nell’intervista quando l’intervistato si confonde o dimentica i nomi.

7. Rielaborare lo schema della domanda, rendendolo pertinente a questo intervistato, eliminando argomenti che non li riguardano e aggiungendo aree, come le organizzazioni in cui sono stati coinvolti, ecc.

8. Con l’attrezzatura, PRATICA, PRATICA, PRATICA fino a quando non puoi usarlo nel sonno. Pratica intervistando familiari e amici. Quindi elimina tutti i file che hai creato, in modo che il registratore sia a pieno regime. Assicurarsi che tutte le impostazioni corrispondano al foglio di istruzioni. Assicurarsi di avere tutte le attrezzature necessarie, come il cavo di alimentazione del registratore e una prolunga.

9. Il giorno prima dell’intervista, conferma ora e luogo.

10. Porta con te: attrezzatura, prolunga, telefono cellulare( in caso di problemi con l’attrezzatura), schema delle domande, cronologia, termini, foto, ecc., forme legali, carta extra per note e una penna. Porta anche losanghe alla gola o caramelle dure, nel caso in cui la gola si asciughi. Se possibile, portare una macchina fotografica e scattare foto dell’intervistato al colloquio.

11. Quando si arriva, valutare spazio per il suono. Spegnere attrezzature, chiudere le porte, e riorganizzare i mobili in una comoda disposizione di fronte all’altro abbastanza vicino a portata di mano le foto, ma non troppo vicino. Impostare l’attrezzatura in modo da poterla monitorare costantemente e discretamente, senza allontanarsi dall’intervistato.

12. Andare oltre l’elenco delle aree tematiche di nuovo e le autorizzazioni di nuovo.

13. Chiedi informazioni su eventuali album, ritagli di notizie,premi, ecc., che potrebbero voler portare fuori.

Come porre domande nelle interviste di storia orale

1. Trova un posto tranquillo per condurre l’intervista dove non sarai disturbato da telefoni, familiari, animali domestici, rumore del traffico, ecc. Prendi due bicchieri d’acqua. Fai una fotografia. Spegnere i telefoni cellulari, ecc.

2. Spiega al tuo intervistato cosa stai facendo.

Spiegare i loro diritti legali.

Spiega come è probabile che l’intervista venga utilizzata.

Spiega che possono scegliere a quali domande rispondere e che il registratore può essere spento in qualsiasi momento.

3. Chiedi al tuo intervistato di firmare l’atto di donazione e firmalo tu stesso se ne hai uno.

4. Utilizzare uno schema di argomenti che si desidera coprire, con domande di follow-up, che avete preparato in anticipo. Anche portare fotografie e un nome personale e la lista dei termini, e la cronologia.

5. Inizia con semplici domande, come il loro nome, dove e quando nasce, i nomi dei membri della famiglia.

6. Lascia che l’intervistato parli.

7. Fai domande” aperte”, come, parlami, descrivi, ecc., di cosa ti ricordi?

Se l’intervistato risponde con un sì o un no, chiedi come, perché, quando, dove, chi.

Ciò che l’intervistato sceglie di dirti e come sceglie di raccontarlo è altrettanto informativo/rivelatore delle risposte effettive che danno.

8. Evita le domande “chiuse” che possono finire in un sì o no, o in un singolo fatto.

Esempi, eri lì? Qual era la data di che? Ti è piaciuto?

Se ottieni una risposta breve, segui dimmi di più, chi, cosa, quando, dove, come e perché.

9. Non fare domande importanti – era questo o quello? O pensavo che la cosa più importante fosse..Questi hanno dimostrato di influenzare la risposta dell’intervistato e contamineranno la tua intervista.

10. Fai una domanda alla volta e prova a fare domande semplici.

11. Prova a fare domande di follow-up-dimmi di più, chi, cosa, dove.

12. Per stimolare la loro memoria, usa ” domande di dichiarazione “come,” Nel 1956, hai viaggiato in Tibet per condurre ricerche. Come è nato quel viaggio?”

13. Concentrarsi sulla registrazione delle loro esperienze personali, piuttosto che storie di altri o che hanno sentito. Se stai ricevendo storie generali, dimmi del tuo ruolo, descrivi come ti sei sentito quel giorno o hai affrontato quella crisi, ecc.

14. Non preoccuparti dei silenzi. Lascia che l’intervistato pensi e prenda tempo prima di rispondere. Guarda il tuo profilo e controlla gli argomenti se l’intervistato ha bisogno di tempo per pensare.

15. Nota quali tipi di domande il tuo intervistato risponde meglio e cerca di adattare il tuo stile a ciò che funziona meglio con loro.

16. Lascia che l’intervistato ti suggerisca argomenti a cui potresti non aver pensato.

17. Consenti all’intervistato di spostarsi verso argomenti non presenti nel tuo profilo. Questi possono essere la parte migliore della tua intervista.

18. Dopo un’ora o meno, chiedere intervistato se vorrebbero fare una pausa. Annota le ultime parole mentre spegni il registratore.

19. Fornire all’intervistato un feedback annuendo, sorridendo, ascoltando attentamente. Cerca di evitare troppe risposte verbali che registreranno l’intervistato, come ” Davvero!”o” Uh-huh, uh-huh.”

20. Non abbiate paura di mettere in discussione educatamente le informazioni che potrebbero essere errate-chiedere un chiarimento, o dire qualcosa in tal senso, “Oh, sono confuso, ho pensato che la signora X fosse coinvolta in questo.”

21. Riformulare le domande che l’intervistato non risponde-potrebbero non aver sentito quello che pensavi di aver chiesto. Ma hanno il diritto di non rispondere se non vogliono.

22. Permettete all’intervistato di raccontare ” LA STORIA.”La maggior parte delle interviste hanno una storia preferita. Si adatteranno in qualche modo, quindi lascia che accada! Consenti qualche ripetizione poiché ulteriori dettagli potrebbero emergere con una seconda versione, ma non permettere al tuo intervistato di continuare a raccontare la stessa storia più e più volte.

23. Portare immagini, se possibile, per stimolare la memoria o chiedere di far emergere album fotografici di viaggi o eventi familiari, ecc. Invita l’intervistato a portare immagini all’intervista.

24. Lascia che sia l’intervistato a parlare. Cercate di evitare di raccontare le proprie storie, ” Sì! Quando ero lì….”o offrire le proprie opinioni. Se richiesto un parere, spiega che l’intervista è progettata per registrare il loro punto di vista, non il tuo.

25. Un colloquio di solito non dura molto più di 1 1/2 a 2 ore. Dopo di che sia l’intervistatore che l’intervistato si stancano e perdono la concentrazione.

26. Termina l’intervista con grazia, chiedendo loro di valutare le loro vite e gli argomenti che hai discusso.

27. Chiedi al tuo intervistato di scrivere nomi o luoghi che non hai capito.

28. Ripulire. Assicurati di avere tutte le attrezzature.

29. Mentre parti, tieni aperte le opzioni per tornare per un colloquio aggiuntivo.

Suggerimenti per la registrazione di interviste di storia orale

1. Ci sono molte opzioni di registrazione che registreranno un file audio di qualità di conservazione non compresso. Se non si ha accesso a un registratore, la maggior parte degli smartphone dispone di un software di registrazione che registrerà un file audio MP3.

2. Se possibile, registrare un file audio WAV non compresso a 24 bit.

3. Utilizzare microfoni esterni, se possibile.

4. Controllare la stanza per rumori estranei come motori, ventilatori, animali domestici, traffico, ecc.

5. Testare il registratore per controllare il volume dell’intervistatore e dell’intervistato e per vedere se sta rilevando qualsiasi rumore statico o circostante.

6. Inizia con un’introduzione che identifica chi viene intervistato, chi sta conducendo l’intervista, dove, quando e lo scopo dell’intervista.

7. Chiedi se hai il permesso di registrare l’intervista.

8. Evita di parlare mentre il tuo intervistato sta condividendo. Anziché, cercare di utilizzare segnali fisici che si sta ascoltando come annuire e prendere appunti invece di affermare “mhmm.”

9. Carica i file dal registratore sul computer, sul disco rigido esterno e / o sul cloud per assicurarti di non perdere il file.

10. Assegna un nome al file in un modo che puoi identificare in un secondo momento. Ex: LastnameFirstname_Date_Interview # _File #

11. Fare copie del file digitale. Salvare una copia su un disco rigido esterno e / o il cloud.

Argomenti/domande suggeriti per interviste di storia orale

1. Qual è il tuo nome completo?

2. Ho il permesso di registrare questa intervista?

3. Dove e quando sei nato?

4. Chi altro c’era nella tua famiglia?

Come si chiamavano i tuoi genitori?

Ci sono nomi tradizionali nella tua famiglia?

Che tipo di lavoro facevano?

5. Altri membri della famiglia vivevano nelle vicinanze?

Parlami di loro.

Come si sono incontrati?

Cosa facevano per vivere?

Quando li hai visti?

6. Com’era la tua comunità al di fuori della tua famiglia?

Come li hai incontrati?

Che tipo di attività fareste insieme?

Parlami del tuo quartiere.

7. Da dove vengono i tuoi antenati?

Quando sono venuti negli Stati Uniti?

Dove si sono stabiliti per la prima volta?

Il nome della tua famiglia è cambiato quando la tua famiglia è emigrata negli Stati Uniti?

Le loro tradizioni continuano ancora oggi?

Che lingua parlavano i tuoi genitori e i tuoi nonni?

8. A che giochi giocavi quando eri giovane?

Che giocattoli avevi?

Con chi hai giocato?

Dove hai suonato?

Hai avuto qualche hobby?

I tuoi hobby e interessi sono cambiati nel tempo?

Hai raccolto qualcosa? Carte da baseball, bambole, ecc.

9. Parlami della tua grammatica e della tua istruzione scolastica?

Descrivi la tua scuola di grammatica / liceo.

Quali materie hai studiato?

Parlami dei tuoi interessi nei tuoi giorni di scuola.

Hai avuto insegnanti influenti?

Qualche ruolo di leadership in organizzazioni / classi?

Quali erano i tuoi hobby e interessi da bambino?

Hai letto molto, se sì, quali argomenti?

Appartenevi a club o organizzazioni influenti?

Hai avuto obiettivi / sogni per quando sei cresciuto?

In che modo i ruoli di genere ti hanno influenzato durante l’istruzione K-12?

10. Quali feste ha festeggiato la tua famiglia?

Come li hai celebrati?

Qual è stata la tua parte preferita delle vacanze?

11. Parlami della casa in cui sei cresciuto.

Come è stato arredato?

Avevi la tua stanza?

Dove hai trascorso la maggior parte del tuo tempo?

Ti sei trasferito in un’altra casa mentre stavi crescendo?

Parlami della nuova casa.

Come è cambiata la tua comunità?

12. Com’erano i pasti nella tua famiglia?

Quali alimenti hai mangiato?

Chi ha cucinato il cibo?

Chi ha ripulito dopo i pasti?

13. Avevi degli animali domestici? Descrivili.

Chi si è preso cura di loro?

14. Che tipo di vestiti indossavi?

Dove li hai presi/chi li ha fatti?

Quando hai preso nuovi vestiti?

15. Come ha fatto la tua famiglia a muoversi?

Avevi una macchina? Hai usato i mezzi pubblici?

Se avevi una macchina, quando l’hai presa? Chi l’ha guidata?

Sei andato in vacanza in esso?

Quando hai imparato a guidare? Descrivi la tua prima auto.

Che tipo di trasporto pubblico era disponibile?

16. Che tipo di intrattenimento ti è piaciuto?

Cosa hai ascoltato crescendo?

Hai guardato la TV crescendo? Cosa hai guardato?

Quali grandi momenti ti ricordi di guardare in TV?

17. Chi era il tuo medico di famiglia? Descrivili.

Ricorda epidemie o malattie?

La tua famiglia ha qualche rimedio casalingo? Se è così, descrivere.

18. Qual è stato il tuo primo lavoro?

Descrivi una tipica giornata lavorativa.

Quanti soldi hai guadagnato?

Per quanto tempo hai avuto quel lavoro?

Quali lezioni hai imparato?

Ulteriori lavori e dettagli-traccia percorso di carriera, modifiche

Parlami di eventuali mentori influenti.

Quali sono stati gli aspetti più memorabili di quella posizione?

19. Hai frequentato il college?

Parlami dei tuoi anni universitari.

Quale scuola? Come hai deciso di andarci?

Qual è stato il tuo maggiore?

Qualche mentore influente?

Hai fatto un semestre all’estero?

Descrivi i tuoi principali interessi?

Quali sono stati i successi/successi e le sfide / frustrazioni?

Parlami di eventuali sfide di genere che hai incontrato al college.

Questi eventi hanno avuto un impatto sulla tua comunità?

Dopo l’intervista di storia orale

1. Scarica i file dell’intervista sul tuo computer, seguendo le istruzioni fornite.

3. Fare clic su file per essere sicuri che gioca correttamente.

4. Non cancellare i file dal computer fino a quando non hai fatto duplicati.

5. Cancellare i file dal registratore, in modo che il registratore sarà vuoto per il prossimo colloquio.

6. Scrivi un riassunto di un paragrafo di ciò che riguarda l’intervista, fornendo dettagli tecnici. Elenca anche una dozzina di termini di nome e soggetto per l’indicizzazione. Questo sarà utilizzato per identificare l’intervista per un uso futuro.

7. Prepara un elenco più lungo di tutti i nomi,termini, ecc. da utilizzare per la trascrizione.

8. Preparare un’introduzione per la trascrizione che fornisce una panoramica del colloquio per il lettore e li aiuta a capire che cosa stanno per leggere. L’introduzione dovrebbe includere un paragrafo di apertura che afferma perché l’individuo è stato selezionato, cioè il significato speciale o le realizzazioni dell’individuo; informazioni sul luogo e le condizioni particolari delle interviste, ad esempio, la casa o l’ufficio dell’intervistato; ricerca che l’intervistatore ha fatto per prepararsi all’intervista, cioè., libri letti o album recensiti, e qualsiasi precedente rapporto di speciale affinità tra l’intervistatore e intervistato, ad esempio, amici per 25 anni, nipote o bambino. L’intervistatore dovrebbe anche preparare una biografia di uno o due paragrafi su se stessi, compresi i precedenti e le esperienze dell’intervistatore relative alla conduzione di questa particolare intervista.

9. Fotocopia o scansione della forma legale firmata, del profilo della domanda,della cronologia, ecc.

10. Scrivere una nota di follow-up per l’intervistato, ringraziandoli per il loro tempo e reminiscenze.

Letture e risorse online

Abrams, Lynn. Teoria della storia orale, seconda edizione. New York: Routledge, 2016.

Boyd, Douglas A. Storia orale e scienze umane digitali: voce, accesso e coinvolgimento. Springer, 2014.

Frisch, Michael. Un’autorità condivisa: Saggi sul mestiere e sul significato della storia orale e pubblica. Albany: State University of New York Press, 1990.

Gluck, Sherna Berger e Daphne Patai, eds. Parole delle donne: La pratica femminista della storia orale. Routledge, 2016.

Neuenschwander, John A. Una guida alla storia orale e la legge. Oxford University Press, Stati Uniti d’America, 2014.

Perks, Robert e Alistair Thomson, Il lettore di storia orale, terza edizione. New York: Routledge, 2016.

Ritchie, Donald A. Facendo storia orale. Oxford University Press, 2014.

Thompson, Paul. La voce del passato: Storia orale. Oxford university press, 2017.

Storia orale nell’era digitale https://www.oralhistory.org/oral-history-in-the-digital-age/ Sito web dell’Oral History Association, che copre ogni aspetto della storia orale, dalla storia orale familiare e comunitaria ai progetti accademici di storia orale.

Smithsonian Folklife and Oral History Interviewing Guide https://folklife.si.edu/the-smithsonian-folklife-and-oral-history-interviewing-guide/smithsonian Contiene linee guida Smithsonian folkloristi hanno sviluppato nel corso degli anni per la raccolta folklife e storia orale da parte dei membri della famiglia e della comunità, con una guida generale per condurre un colloquio, così come un elenco di esempio di domande che possono essere adattati alle proprie esigenze e circostanze, un’informazione sulla conservazione e

Associazione Storia orale: https://www.oralhistory.org/

Lista di discussione storia orale: H-Oralhist http://www.h-net.msu.edu/~oralhist/ è la lista di discussione storia orale.

Vermont Folklife Center, Guida alla storia orale https://www.vermontfolklifecenter.org/events/oral-history-an-introduction

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.